Laura De Marco & Roberto Alfano, ‘The Wonder City’: Day 5

Day 5 of Laura De Marco & Roberto Alfano’s workshop, ‘The Wonder City’ was an incredibly busy and exciting day. Students showed up and immediately began a print critique of their new work. Their projects had really begun to develop and we spent a lot of time focusing on the importance of sequencing and hard editing. Once again, we discussed the importance of “killing your darlings” and talked about the subjective nature of the photographic image and how it’s often important to detach your experience with making the image with the object itself.

After our group critique we rushed out of the loft, hopped on the metro and headed to the Bronx for a meeting with Mike Kamber at the Bronx Documentary Center. The BDC is an incredible non-profit organization that runs thanks to the hard work and inspiration of Mike Kamber and Danielle Jackson, as well as an amazing group of volunteers that Mike attributes much of their success to. Their organization has blossomed into an open-door community space that runs educational programming, incredibly curated photography exhibitions, screenings and much more. Mike was generous enough to give us a tour of the current exhibition, Ben Fernandez, The 60’s: Decade of Change. One of our students, Valerio, was so inspired by Mike’s discussion and Ben’s images that he said that he was left speechless by the importance of their work.

 

 

 

//////////italian version///////////

 

Il 5 ° giorno del workshop di  Laura De Marco e Roberto Alfano , ‘The Wonder City’ , è stata una giornata incredibilmente intensa ed emozionante. Iniziata la lezione gli studenti ci hanno mostrato le nuove stampa del loro lavoro sulle quali abbiamo subito iniziato a discutere. Il progetto sta iniziando a svilupparsi e abbiamo speso un sacco di tempo concentrandoci sull’importanza della sequenza e del duro lavoro di editing che ci aspetta . Ancora una volta, abbiamo discusso l’importanza di ‘sacrificare’ alcune foto  e parlato della natura soggettiva dell’immagine fotografica e come è spesso importante staccare la nostra esperienza dall’ immagine e dall’oggetto stesso.

Dopo la lezione abbiamo lasciato il loft e siamo saliti sulla metropolitana diretti verso il Bronx per un incontro con Mike Kamber presso il Centro Documentario Bronx. Il BDC è un’incredibile organizzazione non-profit che gestita grazie al duro lavoro e la passione di Mike Kamber e Danielle Jackson, insieme a un gruppo straordinario di volontari a cui Mike attribuisce gran parte del loro successo. L’organizzazione nasce come  uno spazio open-door che gestisce programmi educativi, mostre fotografiche incredibilmente curate, proiezioni e molto altro. Mike è stato così genile da offrirci un tour della mostra in corso, Ben Fernandez, Gli anni 60: un decennio di trasformazione. Uno dei nostri studenti, Valerio, è rimasto talmente colpito dalle parole di Mike e dalle  immagini di Ben, che ci ha confessato di essere rimasto senza parole dall’ importanza del loro lavoro.