PWNY 2012 – New York Stories: day 1

Scroll down for the English version.

Inizia ufficialmente oggi, 11 giugno 2012, la terza edizione di Photography Workshop in New York con il workshop di Stefano De Luigi “New York Stories“.

Un riscaldamento pre-workshop è avvenuto già ieri sera con la presentazione dei progetti sviluppati l’anno scorso e con una chiacchierata collettiva per iniziare a conoscersi e a scambiarsi suggerimenti. E’ nata poi una interessante discussione sulle normative riguardanti la privacy, l’etica del fotografo e le esperienze personali di ognuno; tutti argomenti che sono stati ripresi e approfonditi anche oggi.

La mattinata nel loft di Williamsburg è quindi iniziata con la visione dei portfoli dei partecipanti; di ognuno sono state osservate le caratteristiche, la ricerca alla base dei progetti presentati, la tecnica, i fattori su cui fare forza e quelli sui cui è necessario lavorare e impegnarsi. Stefano De Luigi ha ribadito l’importanza, nello svolgere un progetto, di individuare subito un’idea chiara, un concetto preciso e di sviscerarne ogni sua parte. Attenzione particolare è stata posta anche sull’editing e sulla modalità di presentazione del proprio lavoro; un portfolio curato e preciso è fondamentale, soprattutto se si deve presentare il proprio lavoro a un photo editor. Molto spesso infatti l’intuizione alla base di un progetto è ottima, tuttavia è importante anche saperla sviluppare, approfondire e narrare attraverso un racconto per immagini ben strutturato.

La seconda parte della mattinata è stata invece dedicata all’individuazione dei progetti da sviluppare all’interno del workshop; ogni partecipante ha espresso la propria idea che tuttavia è stata arricchita, modificata e a volte capovolta del tutto non solo da De Luigi ma da tutto il gruppo. Spesso i progetti si sono plasmati anche grazie alle conoscenze e ai suggerimenti collettivi, rivelando un interesse e una collaborazione reciproca davvero notevole.

Domani si vedranno già i primi frutti degli scatti di oggi pomeriggio e sarà molto interessante osservare i primi passi di ogni progetto; mercoledì invece interverrà la prima ospite di “New York Stories” ovvero Alison Bradley, fotografa e docente di “Photography in the Context of Contemporary Art World” presso l’International Centre for Photography.

Stay tuned!

////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////

And today – June 11, 2012 – begins the first workshop, “New York Stories“, of the 3rd edition of Photography Workshop in New York City.

A warming-up meeting took place yesterday evening in the Williamsburg loft – main location and headquarters of all the three workshops – where last year’s projects were displayed and where the participants met the workshop teacher Stefano De Luigi  and started a collective and interesting discussions about privacy rules, ethic in photography and personal experiences.

Today, the first part of the morning was dedicated to the analysis of the participants’ portfolios; for each one of them De Luigi pointed out their main characteristics, their language, their strong and weak points. He also underlined that, when dealing with a project, it is fundamental to find and fully develop a clear and precise idea. Moreover, the photographer stressed the importance of the editing process and the care that should be taken when designing a portfolio, especially if it is intended to be shown to a photo editor. It is not enough to have a smashing idea, the hardest part is to develop it and make it significant.

The second half of the morning saw every participant presenting the project that will be developed during the workshop; interestingly enough, these initial ideas were modified, improved and sometimes  totally changed not only by Stefano De Luigi but by the whole “community“, revealing an invigorating and friendly willingness to collaborate.

The first pictures are due for tomorrow when the initial development of the projects will be discussed; on Wednesday the participants will meet the first guest of the workshop: Alison Bradley, photographer and  professor of  “Photography in the Context of Contemporary Art World” at the International Centre for Photography.

Stay tuned!